instagram

instazoommo... la nuova funzione android di instagram

Già da qualche giorno è iniziata a spargersi la notizia e in molti casi è già funzionante su Instagram, versione Android, una funzione che gli utenti Google aspettavano già da tempo... la possibilità di fare lo zoom sulle foto.

Finalmente, dopo anni dal lancio dell'app, è stata prevista la possibilità di ingrandire, appunto zoomare, le foto per ammirarne i dettagli ed i particolari più difficili da apprezzare.
instagram
La modifica, inizialmente annunciata solamente per i dispositivi iOS, è stata poi allargata anche ai devices Android ed è già in distribuzione con largo anticipo sulla data prevista.

Noi abbiamo già avuto la fortuna di testare questa funzione pic-to-zoom, il termine tecnico di zoommare una foto, possiamo dirvi che la modifica è lato server dell'applicazione per cui vi ritroverete a poter ingrandire le vostre foto e quelle degli altri utenti senza dover aggiornare l'app.

Stai all'erta.... potresti essere il prossimo ad avere la modifica

E voi avete già provato la nuova funzione, cosa ne pensate?


Xamarin Day

Xamarin Day Roma 2016

Come potete notare nella nostra presentazione, per la progettazione mobile abbiamo come nostro partner affidabile Xamarin. Per questo la nostra azienda non poteva mancare allo Xamarin Day di 'casa' che si è svolto il 9 Settembre a Roma.
In questa edizione si sono svolti moltissimi talk interessanti per chi, come noi, ama la sfida del cercare di essere sempre al passo con le ultime novità e la possibilità di fornire ai nostri clienti sempre le ultime tecnologie presenti sul mercato.

Xamarin, per chi non fosse a conoscenza delle sue potenzialità, è una piattaforma che consente lo sviluppo di applicazioni mobili per iOS, Android, Windows Phone, Mac &  Windows con linguaggio di programmazione C# (uno dei linguaggi indubbiamente più utilizzati e più performanti). La piattaforma è stata acquisita, in tempi recenti, da Microsoft che ha deciso di renderlo Open Source (prima dell'acquisizione la licenza di sviluppo aveva un canone).
La nostra azienda seguiva già da molto tempo prima questa fantastica piattaforma e l'acquisizione da parte di Microsoft non ha fatto altro che aumentare le potenzialità (che anche precedentemente all'acquisizione erano molto elevate) e ha dato un futuro più certo e stabile a questo progetto.
Attraverso questa piattaforma è possibile quindi poter scrivere app per diversi sistemi operativi riutilizzando, nella maggior parte dei casi, buona parte del codice scritto. Portando quindi un risparmio di tempo nello sviluppo e quindi una diminuzione del costo di realizzazione per il cliente.

Partiamo prima di tutto dalla fantastica sede di questo Xamarin Day: la sede Microsoft di Roma.

Xamarin DayUna location sicuramente affascinante che ha dato ancora più lustro a questo evento realizzato da DomusDotNet.

Questa l'agenda dell'evento:

09:00 - 09:45 Registrazione

09:45 - 10:00 Keynote
Speaker : Nicolò Carandini

0:00 - 11:00 Xamarin Workbooks
Speaker : Dan Ardelean

11:00 - 12:00 Xamarin Solution Architectures: PCL Vs. Shared
Speaker : Gaetano Paternò

12:00 - 13:00 Xamarin.Forms
Speaker : Nicolò Carandini

13:00 - 14:00 Pausa pranzo

14:00 - 15:00 App Instrumentation and Cloud test
Speaker : Massimo Bonanni

15:00 - 16:00 Client authentication and authorisation
Speaker : Maurizio Moriconi

16:00 - 17:00 Local DB con SQLite / Sync with Backend (Azure Mobile Services)
Speaker : Matteo Pagani

17:00 - 18:00 Working with HTTP Client, REST APIs and connection availability check
Speaker : Michele Aponte

Particolare risalto quindi è stato dato ovviamente al mondo Xamarin ma anche al cloud di Microsoft (Azure) che offre innumerevoli features, da far girar la testa per la molteplicità, utili per le più disparate esigenze, tutto questo con l'indiscutibile marchio di garanzia Microsoft.

Microsoft Azure è una piattaforma cloud che consente di far risiedere il proprio database, il proprio server web o qualsiasi servizio si voglia sugli innumerevoli data center Microsoft sparsi per il mondo.
Anche il sito che state visitando è ospitato sul server Idea Lab che risiede nel data center di Microsoft Azure che copre l'area europea.

Xamarin DayE dopo questo evento targato Microsoft, siamo pronti per la prossima avventura... Codemotion 2016 Milano. Stay Tuned!


Cybir

Cybir l'app per avere lo smartphone sempre al 100%

Sei fuori casa e il tuo smartphone sta al 10% di autonomia, devi rispondere ad una mail di lavoro ma hai il telefono scarico?

Hai dimenticato il caricabatteria a casa o lo hai ma ti vergogni a chiedere a qualche attività se te lo fanno caricare.... con Cybir questi problemi fanno parte del passato!!!

Con l'applicazione di questa startup italiana, potrete trovare le attività più vicine a voi che mettono a disposizione un servizio di ricaricarica gratuito per i propri clienti.

L'utilizzo è semplicissimo, tramite l'app, l'utente ha a disposizione una mappa dove sono segnalati tutti i partner Cybir
Cybir
Una volta visionata la scheda attività, dove sono elencati i servizi offerti dal partner, la tipologia di attività, l'indirizzo e se l'attività è aperta o chiusa
Cybir
L'applicazione ci fornisce anche le indicazioni stradali per raggiungere tutti i suoi partners, grazie al servizio di geolocalizzazione e di mappe fornito sia da iOS che da Android.
Cybir
Scelto il partner dove vogliamo recarci, il gioco è fatto non ci resta che andare li e gustarci magari un bel caffè mentre il nostro telefono o tablet Android o Apple si ricarica.
L'app è scaricabile dall'Apple App Store e a breve anche dal Google Play Store
Cybir


Operazione Maglie

Operazione Maglie

Sei l’amico che sa tutto di calcio, che non si perde una partita? Quello che nel gruppo ne sa sempre una più degli altri?
Bene sfida i tuoi amici e mettiti alla prova con Passione Maglie… 99 divise da tutto il mondo, da tutti i campionati da tutte le serie…. dimostra a tutti di essere il migliore.
Quella maglia la sai ma proprio non te la ricordi?

Nessun Problema, chiedi aiuto ai tuoi amici con la funzione “Chiedi aiuto ad un amico”…
E le sorprese non sono finite qui… non basta indovinare la squadra… abbiamo pensato di rendere l'esperienza di gioco ancora più avvincente chiedendovi di indovinare anche l'anno in cui quella squadra ha indossato quella maglia particolare.
Operazione Maglie
Abbiamo voluto realizzare questa applicazione, disponibile sia per smatphone Android che per iPhone il famoso smartphone Apple, per omaggiare i nostri fan e clienti che ci chiedevano di realizzare un'applicazione con cui poter passare del tempo, magari in spiaggia in attesa che ricominciassero i campionati.
Operazione Maglie
Il risultato è stato orientarci in un settore che da sempre ci affascina e ci intriga, quello del calcio associato al design e all'evoluzione che i più grandi brand produttori di maglie hanno avuto nel corso degli anni.
Ancora stai qui? Scarica subito Operazione Maglie e facci sapere cosa ne pensi!

Diventa anche tu Campione del Mondo!

 

 

Scarica la versione per: Google Play Store versione lite

Scarica la versione per: Google Play Store versione Full

Scarica la versione per: App Store versione lite

Scarica la versione per: App Store versione Full


Instagram IdeaLab

Instagram follower... farsi seguire senza trucchi

Per avere followers su Instagram, bisogna innanzitutto impegnarsi concretamente e costantemente, per far ciò abbiamo deciso di suggerirvi alcune tecniche non invasive e che non cadono in alcun tipo di forma di spam.

Per cui armatevi di tanta forza di volontà, voglia di fare, ma soprattutto tanta e tanta pazienza in quanto i risultati non sono immediati, ma potrebbero portarvi a raggiungere traguardi importanti.

Definire il proprio obiettivo

Questo è il primo passo da compiere per raggiungere l'obiettivo da voi sperato. Per attirare più followers possibili, dovrete trovare un target su cui operare e postare immagini il più possibile inerenti alla vostra scelta. Se scegliete di puntare su un target di utenti amanti della tecnologia, è inutile che postiate foto di pranzi o colazioni.

Far si che il proprio account sia coinvolgente

Rendere il proprio account accattivante e attraente è lo step successivo alla scelta del proprio target. Impostate una descrizione che coinvolga gli utenti ed impostate una foto profilo degna di nota. Ebbene sì la foto profilo è come un logo, è l'immagine che diamo ai possibili follower, è fondamentale sia di qualità per spingere l'utente che si imbatte del vostro profilo a decidere se diventare vostro follower o meno.

Utilizzare i propri canali di conoscenze e comunicazione

Avete scelto il target? Bene. Avete reso accattivante il vostro profilo? Ottimo. Siete pronti a farvi conoscere! Nulla di impossibile ne di difficili, serve parire dalle basi, per cominciare i vostri amici Facebook o i vosri contatti email andranno benissimo, dovete solo comunicargli che anche voi siete su Instagram.

Mantenere i contatti con gli utenti Instagram

Una volta finito di coinvolgere le proprie conoscenze, non vi resta che esplorare il mondo Instagram, eh si perchè al di fuori delle nostre amicizie e conoscenze c'è un mondo di opportunità e di persone, ignote ai più, di possibili futuri follower interessati ai vostri post. Lasciate stare le varie tecniche di spam, con 2987 hashtag ( acnhe perchè Instagram ha un limite di 30 #tag oltre i quali vi pubblicherà la foto senza descrizione e ciò vi penalizzerà) di like for like o follow for follow.
Il modo migliore per attirare l'attenzione di qualche utente Instagram, con l'obiettivo di farlo diventare un vostro follower, è di commentare le foto con commenti che vadano oltre il classico "complimenti", "bella foto" o "nice pic", ma piuttosto cercando di stuzzicare la curiosità dell'utente che spesso e volentieri andrà a visitare il vostro profilo per vedere di cosa si tratta. Vi consigliamo di limitare i commenti alle foto pubblicate nella giornata o al massimo entro due giorni da quando vorreste commentarle e meglio se con pochi commenti ricevuti, tra i 4 ed i 6, affinchè il vostro venga notato e non passi in secondo piano

Coinvolgere costantemente i propri follower

Se da un lato trovare e aumentare i follower è un processo lento e difficile, perdere follower è molto semplice e rapido per cui se da un lato dovrete continuare la ricerca allo stesso tempo dovrete dedicare la stessa cura nel mantenere i follower già acquisiti. Per far ciò dovrete postare con regolarità immagini di qualità, possibilmente almeno 1 al giorno e commentare le foto degli utenti così detti influenti o "influencer" per utilizzare un termine di Instagram.
La qualità sarà prioritaria su qualsiasi tipo di contenuto postiate, per cui ricordatevi sempre che se non disponete di materiale valido è meglio non postare nulla. Potrebbe verificarsi il caso in cui invece vi ritroviate nella galleria un buon numero di immagini di elevata qualità in quel caso cosa fare? Semplice sfruttare questa abbandonza a vostro favore, ovviamente evitando di postarle tutte insieme, ma ponderandole e organizzando le pubblicazioni nei giorni seguenti o se proprio non sapete resistere vi consigliamo di postarle ad intervalli di almeno 5-6 ore l'una dall'altra.
Per concludere vi lasciamo con la parola d'ordine "rispondere, rispondere sempre", non dovete mai e poi mai tralasciare un commento di un follower o utente, sia che vi facciano un complimento che una critica, senza mai mostrare segni di chiusura al massimo limitatevi nel ringraziare in caso di commento positivo o chiedere il motivo di eventuali critiche nel caso di un commento negativo.

Ora che vi abbiamo fornito tutte le indicazioni necessarie sta a voi, al vostro estro e alla vostra fantasia per incrementare i vostri follower su Instagram!

Raccontateci le vostre esperienze, saremo ben lieti di offrirvi le conoscenze!


Pokemon GO

Pokemon go... il futuro non è poi così lontano

In Italia l'uscita prevista è per il 15 Luglio, ma potrebbe essere spostata a fine mesi per alcuni problemi tecnici riscontrati.

È nuovamente Pokemon mania. Con "Pokemon Go", la nuova applicazione gratutita di Nintendo, per smartphone, uscita il 6 Luglio e già campione di download.

L'app si basa su una nuova tecnologia, la realtà aumentata, grazie alla quale tutti gli utenti potranno sentirsi "allenatori" e catturare sui loro dispositivi mobili i vari Diglett, Pikachu, Squirtle.

Pokemon GO

Dove scaricare Pokemon Go

L'app, momentaneamente, è scaricabile in versione ufficiale solo in tre paesi: Stati Uniti, Australia e Nuova Zelanda.

Per l'Italia, invece, gli unici fortunati sono gli utenti Android che hanno la possibilità di provare in anteprima la nuova applicazione di Nintendo. In borsa il titolo ha guadagnato circa il 50% nel momento dell'annuncio dell'uscita di "Pokemon Go",  per poi subire un calo causato dai ripetuti problemi tecnici: i server hanno risentito del troppo successo: forse un numero così ampio di giocatori ha superato le più rosee aspettative della società Giapponese.

Pokemon Go mania...

Sembra di essere tornati indietro negli anni, quando il fenomeno Pokemon impazzava sui Game Boy di mezzo mondo, coinvolgendo sia grandi che piccini.

Capita sempre più spesso, di vedere persone impegnate per la strada, nei parchi, nei cinema, nelle palestre e perfino nelle stazioni della polizia alla ricerca e nella successiva cattura dei vari Pokemon.

La trovata geniale è stata quella di sfruttare la Realtà aumentata per scopi ludici integrandola con gli smartphone accedendo al gps e alla fotocamera, dato che i vari pokemon sono stati divisi, dagli sviluppatori, nelle varie aree geografice del pianeta nei posti più disparati.

Ovviamente per rendere il gioco più realistico e appassionante gli sviluppatori della Nintendo si sono mossi intelligentemente e con criterio, sarà più facile trovare un Pokemon d'acqua nelle vicinanze di mari, fiumi e laghi mentre quelli di terra saranno catturabili nei boschi e nelle praterie.

Discorso particolare lo riserviamo ai famigerati Pokemon rari, per trovarli e catturarli gli appassionati più temerari saranno costretti a spostarsi in determinate città intraprendendo veri e propri viaggi

 

Il lato oscuro di Pokemon Go...

Ebbene si, oltre alle varie lodi ci sono svariati rischi di cui gli utenti, oh pardon gli allenatori, non sono a conoscenza...

In primis ci sono quelli legati alla privacy, attualmente "Pokemon Go" permette il pieno accesso a quasi tutte le informazioni degli allenatori titolari di un account Google:  posta elettronica, foto, documenti archiviati, solo per citarne alcuni.

Altri problemi sono dovuti al proliferare delle versioni non ufficiali. La ProofPoint , una azienda di cybersecurity, ha persino scovato una versione che contiene un malware in grado di ascoltare le conversazioni e di prendere il controllo della fotocamera senza che il giocatore se ne accorga.

Altro rischio, ben più grave, è che Pokemon Go non solo possa diventare una droga per i giocatori, ma li porti ad allontanarsi dalla realtà quotidiana cosicchè mentre sono presi a catturare il Voltorb o Nidoran di turno qualche male intenzionato possa derubarli in tutta tranquillità.

Si registrano inoltre cadute da skateboard o incidenti d'auto dovuti alla distrazione degli utenti.

Infine possiamo affermare che la realtà aumentata è e sarà sicuramente l'innovazione che segnerà un altro passo importante dell'evoluzione umana, ma come tutte le cose bisognerà saperla gestire, utilizzare e soprattutto ricordare che la vita vera, la vita reale è fuori da uno smartphone.

Non ci resta che aspettare l'uscita ufficiale ed i primi downloads, sarà il tempo a dirci se Pokemon Go è l'ennesima sfida vinta dalla Nintendo oppure solamente una moda passeggera...